domenica 3 ottobre 2010

Follie ballano intorno ad un piatto di gnocchi gratinati



Ce l'ho scritto nel dna, non ne conosco le origini certe, nessuno che io sappia in casa ha questa passione. Quando ero bambina non leggevo i topolini: leggevo i libri di ricette e i ricettari di mia madre. Lo so che ora starete pensando che è una gran cazz...ehm...volata, ma mia madre, Santa donna, può raccontarvi che una bimba di otto anni dalle lunghe trecce bionde stava sdraiata sul tappeto della casa in montagna leggendo tutti i libri di cucina e dando persino i voti alle ricette! Posso sembrare matta, ma quando sono triste vado all'Esselunga a girare tra le corsie e subito mi viene il buon umore, e se nel letto non riesco a prendere sonno, penso alle amate torte o qualche cosa da sperimentare e mi addormento come un angioletto. Altro che contare pecore! Se è una malattia, io dico che di certo è la più bella del mondo, perchè questa sorta di follia dona gioia alle persone che amo. Cosa di più bello di quelle due mani che si tendono verso di me quando ho in mano un pacchettino con dentro la crostata, quegli occhi che tornano bambini, golosissimi e furbetti alla vista di un dolcino da prendere di fretta, scrutare per bene, annusare e poi addentare con una voracità mai vista. La cucina non è più solo il mio hobby, ormai è diventata anche il mio lavoro e la mia vita, la cosa che più mi riempie di gioia. 




Questi li ho fatti per la mia carissima Esme, amica oltreoceano che ha inseguito il Sogno Americano e che con grande forza va avanti alla ricerca della sua felicità. Esme, mille stelle cadenti per mille desideri che tu possa realizzare. Accompagnati magari da gnocchi gratinati fumanti, uno dei migliori comfort food al mondo, anche a NewYork :)


INGREDIENTI

1 kg di patate
300 gr circa di farina
1 uovo
sale pepe
noce moscata
due cucchiai di grana 

700 gr di pomodorini cherries
un bel mazzetto di basilico
stracchino o crescenza
100 grammi di formaggio grattugiato


Lavate le patate, bollitele (io le faccio nella vaporiera) e una volta cotte ancora calde sbucciatele e passatele al passapatate. Fate raffreddare 5 minuti, aggiungete un tuorlo d'uovo, sale, pepe e noce moscata, il formaggio e amalgamate. A questo punto aggiungete farina quanta ne prende l'impasto senza maneggiarlo troppo.
Porzionatelo in parti, lavoratele a strisce dello spessore di 1 cm e tagliatele a tocchetti di 2 cm circa. Passate gli gnocchi sui rebbi della forchetta e infarinateli per non farli attaccare. Preparate il condimento facendo scaldare molto bene una padella antiaderente, aggiungetevi generoso olio extravergine di oliva e i cherries tagliati in quarti. Aggiungete il basilico e aggiustate di sale e pepe. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli, versateli nel condimento, fate insaporire e sistemate in una pirofila da forno adagiandovi sopra fette di stracchino e formaggio grattugiato. Passate in forno a 180° fino a doratura di quella irresistibile crosticina gnammy gnammy!

15 commenti:

Mirtilla ha detto...

Che bella l'immagine di quella bambina dalle trecce bionde che da i voti alle ricette! Credevo di essere pazza, ma invece vedo che c'è qualcun altro che come me, quando non ha sonno si mette a pensare alle torte e che si è fatta travolgere totalemnte da questa bellissima passione! Io ancora il mio sogno nel cassetto non l'ho realizzato, ma intanto mi diverto e mi rilasso a pasticciare in cucina quando alla sera esco da lavoro... e chissà, magari un giorno... posso prendermi anche io una di uqelle stelle cadenti per esprimere i lmio desiderio? :-D E magari poi, già che ci sono, ti rubo pure la ricetta di questi gnocchi che sono f-a-v-o-l-o-s-i!!! :-D Un bacione! Ps: I ltuo blog è proprio una miniera d'oro, tornerò presto a trovarti!!!!

Mirtilla ha detto...

ps: ooops...ma quanto ho scritto?!? Sorry!

stefania ha detto...

Sono un " trionfo " questi tuoi gnocchi, complimenti

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

che bellina che eri da piccola... anche io nel letto penso a cosa creare il per giorno dopo.. ti capisco
guarda quella teglia non la posso guardare.. a quest'ora metta una fame!!! complimenti
kiss
Pina

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro mio come ti capisco....io adoro stare in cucina e il posto che amo di piu come del resto nn c'è negozio di moda che tenga di fronete ad uno di alimentari oppure di oggettistica per la cucina con tutte quelle attrezzature che per me luccicano come diamanti:D quindi capisco benissimo la tua passione, anche per me fare dolci pensare a come realizzarli mi da un gran gioia come una gioia immmensa mi da la visione di questi gnocchi e dei tuoi occhi bellissimi e pieni di sogni che pian piano si stanno ralizzando!!!un bacione tesoro,tvb,imma

euge ha detto...

Non sembri matta! Anche io sono vent'anni che la domenica mattina faccio la spesa e mi diverto ancora adesso.
L'incipit della tua ricetta vorrei averlo scritto io tanto è uguale al mio modo di pensare la cucina.
Complimenti per questi gnocchi che anche alle 22.30 mi stimolano grande salivazione.
euge

anna the nice ha detto...

Ma allora è vero che siamo anime gemelle!!! anch'io sono sempre stata attratta dai libri di ricette, ma anche dalle ricette eseguite con la mia nonna e la mia mamma.
E poi vuoi mettere l'allenamento delle rotelle e degli occhi e delle papille gustative quando andando per corsie al supermercato ti immagini le cose che potresti fare soprattutto nel reparto 'alimenti per dolci'?.
Che bello sarebbe mangiarli insieme questi gnocchi, chiaretta cara.
Un abbraccio
Anna

Valeria ha detto...

mi sa che siamo in tante ad avere questa malattia! se di malattia si tratta non mi dispiace affatto di essere malata! e, cavolo, quanto mi piace 'sta teglia!

MMM ha detto...

che delizia!! bel blog, complimenti=)
vieni a trovarci su

www.modemuffins.blogspot.com
baci!

Simo ha detto...

...tesoro, io ero esattamente come te! Mia mamma mi lasciava in mano il mitico Cucchiaio d'argento...credo di averlo quasi imparato a memoria..
(per la verità io leggevo tutto, anche la carta straccia!!!)
Ed ora...proprio ieri un altro acquisto...libro della G.Tommasi...(qualche giorno mio marito darà i numeri, mi sa...eheheheheh)
Come stai? Tutto bene?
Ottima ricetta, squisitissima e strafilante...mmmm...
Buon inizio settimana, baci grandi

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

e si cara diciamo che i libri da cucina tiravano anche a me da bambina perchè mia mamma era una che gli piaceva esperimentare..infatti io ho preso da lei..
gli gnocchi sono i preferiti di mia figlia e quando mi fa la richiesta gli e li faccio...(ricetta postata)ma qusta tua versione mi ispirano e quindi i prossimi saranno cos'..
un abbraccio da lia

Silvia ha detto...

Chiara bella, a giudicare da tutti questi commenti avrai capito che non sei per niente sola! :) Mi hai fatto venire in mente quando da piccola leggevo le ricette sul giornalino di Poochie e mettevo le orecchie a tutte le pagine di quelle che volevo provare, ancora mi ricordo che la mia preferita erano dei cestini dolci ricavati dalla buccia di arancia :D Che bello condividere questa passione che ci aiuta a sentirci sempre vive e insieme a rilassarci, a stimolare la nostra creatività facendo contente in un solo gesto noi stesse e le persone che amiamo :*

le pupille gustative ha detto...

CHe dirvi... grazie per avermi risposto così in tanti e dilungandovi, adoro leggere i vostri stati d'animo e quel che pensate. Beh, siamo in numerosissimi, una community di pazzi scalmanati pronti a passare intere giornate di tour de force ai fornelli :D Un abbraccio a tutti voi!

UnaZebrApois ha detto...

ahahah!!!Ma sai che anch'io quando non mi addormento penso alle ricette!?!?E mi dà anche lo sprint in piscina (ehm, suona strano, ma è vero!!) solo che i supermarket a me mi intontoliscono e quando entro mi sento in trance...quindi ho la mania da shopping compulsivo perchè non capisco più niente!!!Questi gocchetti gratinati sono una vera goduria!Complimenti!!!

Moscerino ha detto...

gnam gnam davvero! non ho mai provato a fare gli gnocchi gratinati...ma questa tua ricetta con sopra lo stracchino è davvero irresistibile!

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà dell’autore e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © 2007-2012 LePupilleGustative di Chiara Pallotti