martedì 21 aprile 2009

Asparagina Selvatica&Brigante: che accoppiata perfetta


Dovrebbe essere primavera, almeno così il calendario ci dice, con le sue meravigliose primizie e prelibatezze fresche e delicate. Andando al super dopo il periodo pasquale all'insegna della caloria che la fa da Regina incontrastata, i miei occhi si illuminano alla vista dell'asparagina selvatica. Più sottile e fine dell'asparago comune, più saporita a detta di molti. E nella mia testa si materializza la visione di me, davanti ad un piatto di asparagi bolliti e sconditi per fare un po' di depurazione post-grasso imperante. Visione che è durata l'espace d'un matin, perchè la gola è un peccato, ma non cedervi sarebbe un peccato forse maggiore...

E poi è primavera, tempo di rinascite e tempo di aver voglia di sperimentare, provare, assaggiare, e perchè no, anche osare. Da qui nascono questi ravioli, e la velocità di un piatto di asparagi bolliti è diventata ore davanti ai fornelli ma soprattutto a tirare la sfoglia a mano con il mattarello.


DOSE PER 4 PERSONE (sempre spannometriche, lo so...)
  • 200 gr di farina
  • 2 uova
  • sale
  • olio extra vergine di oliva
  • un mazzetto di asparagina selvatica
  • 1 patata grossa
  • una cucchiaiata di ricotta fresca
  • un bel pezzo di pecorino Brigante
  • parmigiano reggiano
  • burro
  • mentuccia
  • pepe
  • noce moscata
  • un uovo per la chiusura dei ravioli

Preparate la sfoglia: farina a fontana, 2 uova, un pizzico di sale e un filo di olio che rende la pasta elastica. Impastate fino ad ottenere una pasta morbida e mettete a riposare un'oretta. Nel frattempo preparate la farcia: in una terrina mescolate la patata bollita e la ricotta, che servono come base, e aggiungete il Brigante tagliato a pezzetti piccoli, il parmigiano grattugiato,  sale, pepe e un pizzico di noce moscata. Stendete la sfoglia sottilissima, formate i ravioli con un coppa pasta oppure con una rotella dentellata, posizionate il ripieno e chiudete facendo aderire bene i bordi tra di loro dopo averli spennellati con un uovo sbattuto. Preparate il condimento pulendo l'asparagina, fatela scottare a pezzetti per 5 minuti in acqua bollente e ultimate la cottura in padella mantecando con del burro e della mentuccia fresca. Cuocete i ravioli e conditeli con il sugo di asparagina, aggiungete una generosa spolverata di pepe macinato grossolanamente e del formaggio grattugiato. In genere sono molto critica con i miei piatti e difficilmente mi auto elogio, ma questi assicuro che erano davvero favolosi.




10 commenti:

fiOrdivanilla ha detto...

bellissimi questi ravioli, sono divini!

Simo ha detto...

Tesoro, come al solito le tue foto parlano da sole, solo a vedere quete prelibatezze mi viene un'acquolina.......
bravissima come sempre, un bacio!

anna the nice ha detto...

Ma quanto sei brava........ E poi gli asparagi selvatici!!!!!! cavoli che spettacolo Chiara!!!!
Anna

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoruccio questo piatto è fantastico!!!che bella accoppiata di sapori e colori...sei troppo brava chiaretta davvero...è un piatto da vero chef!!!!un megabacione,imma

Gunther ha detto...

complimenti dei ravioli magnifici a primavera viene voglia di sperimentare

Sere ha detto...

Impazzano gli asparagi nella blogosfera, questa tua ricetta mi piace parecchio, avrei anche voglia di impastare un pò! chissà!

Nanny ha detto...

Meravigliso questo piatto,complimenti!!

lenny ha detto...

Quest'anno mi sono stati regalati due mazzi di asparagina raccolta da un mio caro amico, ma l'ho cuinata nei modi classici (risotto, zuppa, frittata). Se riesco a reparirli nuovamnete li voglio provare con i ravioli :-))

NIGHTFAIRY ha detto...

Io aspetto che tornino i suoceri da Benevento!diconoc he me ne porteranno un bel pò..ihih..Bravissima!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

CIAO TESORO,HO LANCIATO OGGI UNA NUOVA RACCOLTA CHE PARLA "DEI DOLCI PIU BUONI DEL MONDO"E TU NON PUOI MANCARE!!!...TUTTI I DETTAGLI SUL MIO BLOG,BACI IMMA

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà dell’autore e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © 2007-2012 LePupilleGustative di Chiara Pallotti