venerdì 6 novembre 2009

Fino qui abbiamo scherzato...ora facciamo sul serio! Spaghettoni alla tamarro


Poche parole oggi, vari pensieri si accavallano ma non riescono a trovare un filo logico, per cui li lascio sostare nella mia testa finchè non troveranno naturalmente ordine. Queste giornate piovose novembrine mi rendono instabile e gli eventi non sostengono (mi è pure tornata la malefica insonnia, argh!), per cui urgono maniere forti, molto forti. Nessun brodino a scaldare nel freddo, nessun purè a fare da comfort food, qui passiamo all'ascia di guerra direttamente: gli spaghettoni alla tamarro. C'è un ristorante a cui sono molto legata qui a Milano perchè ha fatto da palcoscenico a molte belle serate a due in tempi felici, uno di quei posti che rimangono solo di una persona e che proprio non ci potresti andare con nessun altro. Un ristorante a metà tra l'intimo e il caciarone, dove peperoncino e 'nduja la fanno da padroni per mia gioia che sono una vera appassionata del piccante. Piccoli effetti collaterali (sudorazione folle del mio "cavaliere" nelle serate estive con relative lacrime della suddetta e mal di pancia dal ridere tanto per toglierlo dall'imbarazzo ah ah), e garantita soddisfazione all'uscita. Io lì prendo sempre degli spaghettoni terrificantemente piccanti e questa è la mia versione.


INGREDIENTI
  • spaghettoni grossi
  • un bel cespo di trevisana
  • pomodori ramati o pelati
  • 'nduja
  • ricotta salata o cacio ricotta
  • olio extra vergine di oliva


Lavate la trevisana e tagliatela a striscioline. Fatela saltare in una padella molto calda con un filo d'olio extra vergine, salatela e mettetela da parte. Preparate un sugo denso e consistente di pomodoro, con dei pelati o preferibilmente con dei pomodori ramati spellati e tagliati a cubetti piccoli e a fine cottura del sugo aggiungete a piacere pasta di 'nduja (essendo molto piccante state attenti a dosarne la quantità) e la trevisana. Scolate la pasta al dente e condite con il sugo preparato e abbondante ricotta salata o cacio ricotta.






11 commenti:

Barbara ha detto...

Copiata! Il mio... cavaliere... ;-) adora il piccante, quindi lo proverò, grazie!

katie113 ha detto...

Anche il mio "uomo di casa" ama il piccante ..... Proverò sicuramente questa ricetta.
Sono capitata qui per caso e sono rimasta estasiata !!!! Sfogliando le pagine del tuo blog, ho avuto una bellissima sensazione, come di aver trovato un "angolo di pace" ....Ciao, Katie.

Milla ha detto...

Ogni tanto una pasta con un pò di carattere ci vuole a tirarci su!

Monique ha detto...

e dov'è questo posticino, si può dire? mi piacerebbe provarlo...la 'nduja è una delle sette meraviglie del mondo, non trovi!?

dolci a ...gogo!!! ha detto...

piccante piccantissimo tesoro...e si va benissimo una botta di calore che riscalda davvero e ci tira su alla grande....anch'io quando mangio troppo piccante ho le vampate tipo quelle in menopausa:-)...deve essere specilae queto piatto mi sa che lo proverò adesso poi ci sta proprio bene visto il freschino che è arrivato!!bacioni grandissimi tesoro e nn abbatterti MAI!!!!!!!!!!!!!!
Imma

Federica ha detto...

wow na bomba di bontà!

manu e silvia ha detto...

Ma son fantastici questi spaghettoni! ed il sugo ci ha conquistate: saporitissimo ed originale! complimenti!
bacioni

Marta ha detto...

brava...altro che brodino!

NIGHTFAIRY ha detto...

Evvai..combattiamo allora!troppo buono questo piatto!

SABINA ha detto...

altro che confort food!! questo è un piatto che ti ribalta l'umore :D

anna the nice ha detto...

Paola passa da me, senza impegno, c'è un passaggio di testimone nel mio ultimo post
un bacio
p.s. hai visto che ho ricambiato di nuovo il template? lo sento davvero più intimo quello vecchio

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà dell’autore e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © 2007-2012 LePupilleGustative di Chiara Pallotti